Anche Polycart tra le eccellenze dell’Economia Circolare valorizzate da Confindustria

Anche Polycart tra le eccellenze dell’Economia Circolare valorizzate da Confindustria

Nella sezione Case history del progetto Economia Circolare promosso da Confindustria, è presente anche una pagina dedicata a Polycart.
L’economia circolare si pone l’ambizioso obiettivo di preservare, per il maggior tempo possibile, il valore dei prodotti, dei materiali e delle risorse, riducendo la produzione di rifiuti.
Confindustria ha ideato un’iniziativa ad hoc volta a informare, aggiornare e condividere esperienze e buone pratiche. Un progetto rivolto alle imprese e al management, attraverso azioni tese a far emergere le occasioni legate al modello economico circolare.
Tra le eccellenze dell’economia circolare che hanno intrapreso la via della sostenibilità economica, sociale e ambientale, c’è anche la nostra azienda.
Mediante la produzione e la progettazione di imballaggi biodegradabili compostabili, Biomade® e tradizionali idonei al contatto alimentare, Polycart si inserisce tra le realtà virtuose valorizzate da Confindustria.
Fra i Best Performer dell’Economia Circolare selezionati da Confindustria, la nostra azienda si è distinta per aver fornito informazioni ed esempi concreti sulle opportunità dell’Economia Circolare, in termini di impatto sul sistema economico e produttivo.
Un ringraziamento speciale va rivolto al responsabile qualità di Polycart, Alessandro De Conti, che, intervistato dagli organizzatori del progetto, ha riassunto così il pensiero aziendale: “Ciò che pensiamo contraddistingua l’economia circolare è proprio la sua forma, che non può che essere inclusiva. Cioè un approccio che non rappresenti un’opzione per pochi, ma un vero e proprio sistema che coinvolga tutti e attivamente. Sul piano strategico – ha proseguito De Conti – implica dover passare a nuovi paradigmi di progettazione in cui, appunto, si prenda coscienza che un vero e proprio utente finale, di fatto, non esiste. Per questo tutti i nostri imballaggi, anche accoppiati e adesivizzati, sono comunque compostabili”.
Per ascoltare l’intervista integrale ad Alessandro De Conti, clicca sul seguente link: http://economiacircolare.confindustria.it/ch/polycart-s-p-a/